Transcription

Tutto per la gestionequotidiana del denaroRapporto di gestione 2014

PROFILO AZIENDALELa nostra strategia ei nostri obiettiviPostFinance SA è uno dei principali istituti finanziari in Svizzerae, come azienda leader nel traffico dei pagamenti, assicura ognigiorno una circolazione efficiente dei flussi di denaro. Offertesemplici e comprensibili fanno di noi il partner ideale per tuttii clienti che gestiscono autonomamente le proprie finanze.Su richiesta, offriamo consulenza personalizzata a clienti privatie commerciali. Ai clienti aziendali che ne hanno l’esigenza proponiamo soluzioni individuali lungo tutta la catena di creazionedel valore.I nostri clientiChe si tratti di privati, piccole e medie imprese, aziende di grandidimensioni o associazioni, trattiamo sempre i nostri clienti da paria pari. I clienti apprezzano la semplicità del rapporto con noigrazie ai molti punti di contatto, nonché l’offerta conveniente erispondente alle loro esigenze.La nostra offertaPagamenti, risparmi, investimenti, previdenza e finanziamenti:offriamo a ogni cliente quello di cui ha bisogno per la gestionequotidiana delle proprie finanze. Vi rientrano prodotti trasparentia condizioni interessanti, che proponiamo in parte in collaborazione con partner di 0,820,7BilancioTotale di bilancio IFRSmln di CHFQuota di capitale DAC%Conto economico(secondo le direttive IFRS del gruppo)Risultato d’esercizio (EBIT)mln di CHF475719Risultato aziendale (EBT)1mln di CHF473856Rendimento del capitale proprio2%9,217,5Cost Income Ratio%68,256,3Patrimoni dei clienti e prestitiAfflusso di nuovi capitalimln di CHFPatrimoni dei clienti3mln di CHF Ø mese2’8394’256117’186113’5802’582Cifre di mercato e sull’organicoClienti privatimigliaia2’629Clienti commerciali (incl. banche e uffici)migliaia309306Utenti e-financemigliaia1’6241’546Conti privati e commercialimigliaia3’1133’043Conti e-risparmio e conti di risparmiomigliaia1’6391’585Soddisfazione clienti privatiIndice8485Soddisfazione clienti commercialiIndice8283Organico medioimpieghia tempo pieno3’4543’432Soddisfazione del mln2013: incl. il risultato finanziario eccezionale derivante dalla vendita della partecipazione a Posta Immobili SA pari a 145 milioni di franchiRendimento del capitale proprio risultato aziendale (EBT) calcolato secondo le direttive IFRS del gruppo / capitale proprio mediocomputabile secondo le DACRestatement 2013 secondo la nuova base di calcolo con valori medi mensili

Il nostro allestimento dei contiPostFinance stila il bilancio secondo le direttive IFRS del gruppo(International Financial Reporting Standards) e secondo le Direttivecontabili per le banche (DAC), art. 23–27 OBCR (Circolare FINMA2008 / 2 «Direttive contabili – banche»). Il conto annuale statutarioviene allestito secondo le direttive contabili DAC, mentre le altreparti del rapporto si basano sulle cifre determinate secondo ledirettive IFRS del gruppo. Il rapporto sulla situazione contieneuna riconciliazione fra le due modalità di allestimento dei conti,nel bilancio e nel conto economico.Il nostro credoQualunque siano le esigenze dei nostri clienti e la situazione incui si trovano, li sosteniamo sempre con lealtà e partecipazione.Parliamo la stessa lingua e prestiamo ascolto alle loro necessità.Manteniamo le nostre promesse, ci attiviamo rapidamente esiamo fedeli alla parola data.La nostra forma giuridicae la nostra gestionePostFinance è una società anonima di diritto privato e, comesocietà del gruppo, appartiene interamente a La Posta SvizzeraSA. PostFinance SA è subordinata all’Autorità federale di vigilanzasui mercati finanziari (FINMA) e possiede un’autorizzazione aisensi della Legge sulle banche e della Legge sulle borse. Il Consiglio di amministrazione è l’organo supremo di PostFinance SA.La gestione operativa spetta al comitato di direzione.La nostra organizzazioneConsiglio di amministrazionePresidente Rolf WatterRevisione internaPresidente della direzioneRobert ThommenHansruedi Köng *AssistenzaAndrea BezzolaComunicazioneUrsula Käser AebiCorporate CenterPatrickGraf *MarketingArminBrun *DistribuzioneSylvieMeyer *OperationsPeterLacher *InformaticaMarkusFuhrer *FinanzeKurtFuchs *Mondo del lavoroValérieSchelker *Core BankingTransformationMarkusFuhrer* Membro del comitato di direzione

Accompagnati meglioPostFinance percorre sempre nuove strade – da oltre100 anni. Dall’originario servizio dei conti correnti edelle girate della Posta si è sviluppato un efficienteoperatore finanziario con un’offerta a tutto tondoper i clienti retail. Oggi, PostFinance è un istitutofinanziario leader in Svizzera. Facendo leva sul propriomodo di agire accorto e onesto, PostFinance vuolericonfermarsi tra i primi anche in futuro.473 mlnIl risultato aziendale (EBT) haregistrato un calo di 383 milioni difranchi rispetto all’anno precedentecaratterizzato da effetti straordinari.2,9 mln110 mlddi franchi è l’ammontare deidepositi mensili medi dei clienti.1,6 mlndi clienti si affidano a PostFinanceper la gestione quotidiana delleproprie finanze.di utenti effettuano le loro operazionifinanziarie con e-finance.996 mln3454di transazioni effettuate nel 2014da PostFinance entro i confini nazionali e all’estero.impieghi a tempo pieno ossiacirca 4000 collaboratori si impegnano quotidianamente per il benedella clientela.

1Sommario10Prefazione2Tutto per lagestionequotidianadel denaroIntervistaa Hansruedi Köng4Sviluppo aziendale7PostFinance tratta i propriclienti con un approccioalla pari, in modo aperto,leale e collaborativo.11Chiaro, modernoe intuitivoIl nuovo e-financesemplifica ulteriormentel’online banking epermette di vedere tuttociò che conta con un solosguardo.14Migliorarela liquidità,ottimizzareil cash flowPiù libertà finanziariagrazie alla gestione delcapitale circolante.28Impegno a favoredei giovaniAppassionare i giovaniallo sport e ad attivitàricreative brillanti.Collaboratori17Sostenibilitàe impegno23Corporate Governance29Rapporto sulla situazione41Conto annualestatutario57

2PostFinance SARapporto di gestione 2014Swissquote, TWINT AG e il nuovoe-finance: importanti progressistrategici per PostFinance.PREFAZIONERolf Watter, Presidente del Consiglio di amministrazioneHansruedi Köng, presidente della direzione

3Gentili Signore, egregi Signori,Cambiamenti nel Consigliodi amministrazionenello scorso anno d’esercizio, in condizionidi mercato estremamente difficili, PostFinance ha conseguito un solido utile aziendale a livello di EBT di 473 milioni di franchi(– 44,8%). L’anno precedente, caratterizzatoda eventi straordinari (vendita di una partecipazione, utile contabile negli oneri previdenziali), non è stato replicato. Nonostantequesto calo dell’utile, la redditività operativadi PostFinance è rimasta elevata. Il risultatoannuale più basso rientra nelle nostre aspettative ed è riconducibile a effetti straordinaricome elevate rettifiche di valore del portafoglio e un effetto di base nei costi per ilpersonale (oneri previdenziali).Dal 1o gennaio 2015 Hans Lauber è nuovomembro del Consiglio di amministrazione diPostFinance e presidente della commissioneRisk del CdA. Succede a Patrick Frost che halasciato il Consiglio di amministrazione allafine del 2014 per motivi professionali. Patrick Frost ha contribuito attivamente, conle sue solide competenze specialistiche, allacostituzione e all’avvio di PostFinance comesocietà anonima. Il Consiglio di amministrazione lo ringrazia per il suo grande impegnoe gli augura il meglio nella sua nuova avventura professionale.Rispetto all’anno precedente il totale di bilancio è aumentato del 3,2% a 119 miliardidi franchi. I patrimoni dei clienti sono ammontati a 117 miliardi di franchi ( 3,2%).Si sono affidati a PostFinance 50’000 nuoviclienti.Il rendimento del capitale proprio si è ridottoal 31 dicembre 2014 dal 17,5 al 9,2%, mentre il Cost Income Ratio è aumentato dal56,3 al 68,2%. Con una quota di capitaledel 20,8% superiamo ampiamente i requisiti in materia di fondi propri di Basilea 3.Progressi strategici e operativiLa strategia di PostFinance si basa su tre pilastri: le classiche operazioni bancarie con iltraffico dei pagamenti e i servizi finanziari,la digitalizzazione dell’offerta di servizi ela crescita lungo la catena di creazione delvalore dei nostri clienti.Con la partnership con Swissquote nel trading online, la fondazione di TWINT AG perlo sviluppo di soluzioni di pagamento digitali e il lancio del nuovo e-finance, lo scorsoanno d’esercizio abbiamo realizzato importanti progressi strategici. Quest’anno saràattribuita massima priorità allo sviluppo operativo di questi progetti.ProspettiveIl 19 dicembre 2014 la Banca nazionale svizzera (BNS) ha annunciato l’applicazione diun interesse negativo pari a – 0,25% sugliaveri in conto giro. Il 15 gennaio 2015 laBNS ha inoltre abolito il tasso di cambio minimo euro/franco e, al contempo, ha fissatoa – 0,75% il tasso d’interesse negativo.Mentre al momento è ancora difficile valutare le conseguenze della soppressione delcambio minimo a livello di congiuntura interna, l’introduzione di interessi negativi haconseguenze dirette per PostFinance. Dal 22gennaio 2015 paghiamo interessi negativisu una parte del nostro capitale detenuto inconto giro presso la BNS e questa circostanza si ripercuoterà sul risultato dell’annoin corso.Quale società affiliata della Posta, PostFinance è sottoposta alla Legge sull’organizzazione della Posta in virtù della quale nonsiamo autorizzati a concedere crediti e ipoteche a terzi. Nell’attuale situazione dei mercati è evidente che questa limitazione allanostra attività commerciale non è economicamente sensata. A causa del divieto di concedere crediti siamo infatti obbligati a investire i depositi dei clienti a noi affidati suimercati finanziari nazionali e internazionalidove i rendimenti sono prossimi allo zero o,talvolta, addirittura sotto tale valore. Nelleoperazioni creditizie e ipotecarie i marginiottenuti sono invece decisamente superiori.La Posta ha ricevuto un mandato chiarodalla proprietaria: creare valore aggiunto inmodo duraturo. Per questo motivo alla politica si chiede più che mai di creare condizioni quadro che ci consentano di adempiere anche in futuro tale incarico.RingraziamentiDesideriamo rivolgere i nostri ringraziamentiai tre milioni di clienti che anche l’annoscorso ci hanno riconfermato la loro fiducia.La soddisfazione dei clienti, che da anniregistra invariabilmente valori elevati, conferma che per quanto concerne servizio,consulenza e sviluppo di prodotti siamo sullastrada giusta. Ma non intendiamo adagiarcisugli allori. In un mondo sempre più complesso continueremo a fare il massimo perrendere a voi, stimati clienti, la gestione deldenaro il più semplice possibile.Infine ringraziamo i nostri quasi 4000 collaboratori e collaboratrici che contribuisconoogni giorno, con forte motivazione, flessibilità e capacità innovativa, a fare di PostFinance un’azienda di successo. Apprezziamo molto il loro grande impegno e laloro lealtà.Rolf WatterPresidente delConsiglio diamministrazioneHansruedi KöngPresidente delladirezione

4PostFinance SARapporto di gestione 2014Vogliamo essere l’operatorefinanziario in Svizzera che offreai propri clienti il modo piùsemplice per gestire il denaro.Hansruedi KöngINTERVISTAa Hansruedi Köng,presidente della direzionebanking e sulla gestione del capitale circolante (WCM) per i nostri grandi clienticommerciali.Gestione del capitale circolante?Il 2014 è stato il primo anno d’eserciziointero che PostFinance ha chiuso in vestedi società anonima. È soddisfatto dellosviluppo aziendale?Il passaggio alla nuova personalità giuridicadi PostFinance si è completato con successo. Nonostante il calo dell’utile, sotto ilprofilo operativo siamo sulla strada giustae i nostri tre milioni di clienti continuano ariporre grande fiducia in PostFinance, comesi evince ad esempio dal patrimonio deiclienti che ha registrato un nuovo aumentodi oltre tre miliardi di franchi.PostFinance ha ricevuto dalla proprietaria, la Confederazione, l’incarico di aumentare i ricavi a lungo termine. Comeintendete adempiere tale incarico?Vogliamo essere l’operatore finanziarioin Svizzera che offre ai propri clienti ilmodo più semplice per gestire il denaro.Semplice significa che da noi il cliente puògestire le proprie finanze nella massima autonomia. Il classico retail banking con iltraffico dei pagamenti continuerà a essereanche in futuro il core business di PostFinance, ma l’attenzione sarà focalizzataanche sulla crescente digitalizzazione delIl capitale circolante è il capitale di un’azienda vincolato dall’attività operativad’esercizio e non fruttifero d’interessi, adesempio scorte di materie prime o prodottifiniti a magazzino. In collaborazione conaltre unità della Posta, PostFinance aiuta isuoi clienti commerciali a migliorare la propria liquidità lungo la catena di distribuzione. La Posta offre da un’unica fonte tuttii servizi logistici, finanziari e informatici chesono rilevanti nell’ambito della gestione delcapitale circolante. Quest’anno all’Università di San Gallo abbiamo condotto unostudio di benchmarking volto ad analizzarel’attuale livello di performance di aziendee corporazioni di diritto pubblico svizzerenel WCM, settore nel quale sussiste ancoraun grande potenziale.Ha menzionato anche la crescentedigitalizzazione. In che direzione simuove PostFinance?La digitalizzazione è una tendenza che citorna assolutamente utile: nel traffico digitale dei pagamenti PostFinance è leader diinnovazione e vuole continuare a svolgereun ruolo prominente nel mobile payment.Lo scorso autunno abbiamo lanciato unnuovo e-finance cambiandone profondamente la superficie utente per renderla ancora più chiara e intuitiva. Per il 2015 sonopreviste altre innovazioni che spazianodall’introduzione sul mercato della Post-Finance Card senza contatto al lancio diuna nuova app per i pagamenti e per loshopping in collaborazione con la nostranuova affiliata TWINT. Con TWINT, in futuroi clienti potranno pagare i loro acquisticon lo smartphone alla cassa dei negozi, aidistributori automatici, in internet, in altreapp o in occasione di eventi senza bisognodi avere una carta di credito o di debito.La BNS ha introdotto interessi negativisugli averi sui conti giro. PostFinancedetiene presso la BNS circa 40 miliardidi franchi. Perseguirete la vostra prudente politica d’investimento?Per quanto concerne la nostra politicad’investimento non cambierà nulla. PostFinance è interessata dagli interessi negativi in quanto una piccola parte, vale a diremeno del 10%, dei depositi sui conti giropresso la BNS supera la franchigia. Non ciesporremo tuttavia a ulteriori rischi non calcolabili unicamente per evitare l’effetto degli interessi negativi, ma continueremo sullanostra strada ormai consolidata: investiamoi depositi dei clienti in titoli del settore pubblico o parastatale mediante replica ossia,ponendo molta attenzione alla sicurezza ealla qualità, investiamo progressivamenteuna parte del capitale con diverse scadenze. I rendimenti degli investimenti nelmercato dei capitali a rischio ridotto sonotuttavia molto bassi. Ed è qui che emergechiaramente l’inadeguatezza sotto il profilo economico del divieto per PostFinancedi concedere crediti e ipoteche, visto chedisporremmo sia del capitale sia del knowhow necessari.

IntervistaSviluppo aziendaleCollaboratoriSostenibilità e impegnoCorporate GovernanceRapporto sulla situazioneConto annualePerché PostFinance non può concederecrediti e ipoteche?Il divieto di concedere crediti è sancito nellaLegge sull’organizzazione della Posta edè riconducibile alla volontà politica dellaproprietaria. Nell’attuale situazione deimercati è tuttavia evidente che questa limitazione alla nostra attività commercialerappresenta un rischio visto che nelle importanti operazioni sul differenziale degliinteressi possiamo realizzare un marginesolo sui passivi degli averi depositati a risparmio e tale margine è sotto pressione acausa degli interessi bassi, talvolta perfinonegativi. In ultima analisi questa restrizioneci impedisce di adempiere una parte delnostro mandato legale ossia la creazione divalore aggiunto. Si tratta di una situazionedannosa che non può di certo esserenell’interesse della proprietaria.Cosa intendete fare?Come già detto, il divieto di concedere crediti è una volontà politica della proprietaria. Spetta pertanto alla politica intraprendere i passi necessari. Dal canto mio, cercoprincipalmente di segnalare che la situazione attuale non è ottimale. Se vi saràdi fatto un cambiamento ed entro quando,è difficile dirlo.Un altro tema, il cui esito è ancora incerto,è l’accordo fiscale con gli Stati Uniti. Qualè la posizione di PostFinance in merito?Per ottemperare alla limitazione dei rischilegali e di reputazione richiesta dalla FINMA,nel 2013 abbiamo aderito per precauzionealla categoria due. Siamo ancora convintiche, nell’interesse della nostra azienda,dei nostri collaboratori e clienti, sia statala decisione giusta. Tuttavia non sono ingrado di valutare quando la procedura saràconclusa.Non ci esporremo a ulterioririschi non calcolabili unicamenteper evitare l’effetto degli interessi negativi.5

6PostFinance SARapporto di gestione 2014L’Europa migra il suo traffico dei pagamenti. Cosa significa per PostFinancecome leader del mercato in Svizzera?Dove risiedono secondo lei leprincipali sfide nel contesto in cuiopera PostFinance?PostFinance collabora già dal 2010 con lealtre banche per il futuro del traffico deipagamenti svizzero. Entro il 2018 tutte lebanche della Svizzera introdurranno standard internazionali. Le polizze di versamento rosse e arancioni così come i numeridi conto postale scompariranno. In futuronel traffico dei pagamenti si utilizzerannosoltanto l’IBAN e una polizza di versamentocon codice dati. Da un lato questa standardizzazione renderà gli iter di fatturazione epagamento per le aziende più semplici edeconomici, dall’altro, si procederà a un’armonizzazione dei costi dei pagamenti entro i confini europei. PostFinance desiderarendere ai clienti quanto più semplice possibile il passaggio ai nuovi standard, accompagnandoli lungo il processo.Per PostFinance le operazioni sugli interessirappresentano la principale fonte d’introiti.L’attuale situazione dei tassi d’interesse suimercati finanziari internazionali e il divietodi concedere crediti restano grandi sfideper noi e continueranno a esercitare pressione sui nostri margini. Al contempo osserviamo naturalmente con grande interesse l’evoluzione nel traffico dei pagamentidigitale, in particolare l’eventuale ingressosul mercato di grandi aziende internazionali del settore della tecnologia.Un altro grande progetto IT è la sostituzione del core banking system. Di checosa si tratta?Il progetto Core Banking Transformation èper noi attualmente il progetto strategicocentrale. Con il cosiddetto core banking system garantiamo la qualità dei nostri servizi per i clienti. I nostri attuali core systemper la gestione dei conti e per il traffico deipagamenti sono stati sviluppati nel 1993.La migrazione a TCS BaNCS ridurrà notevolmente la complessità dell’architetturacommerciale e informatica permettendo dicontinuare a svolgere le operazioni legateal traffico dei pagamenti a costi contenuti.PostFinance ha stretto una partnershipstrategica a lungo termine con Swissquote. Quali sono i vantaggi per i clienti?Questa collaborazione ci consentirà di offrire ai nostri clienti un e-trading ancora migliore. Swissquote, leader di mercato nel trading online in Svizzera, e PostFinance,numero uno nel traffico dei pagamenti: duepartner forti che si uniscono per sviluppareulteriormente il mercato nel brokerageonline. In futuro Swissquote opererà qualepiattaforma di trading per PostFinance, eseguendo quindi gli ordini di borsa immessidai clienti di PostFinance in e-trading.Come intende svilupparsiPostFinance nel 2015?Nell’anno trascorso abbiamo gettato importanti basi strategiche. Nel 2015 vogliamo continuare a promuovere, conatteggiamento attivo e sicuro, l’attuazionedei progetti avviati, crescendo di pari passocon il mercato e difendendo la nostra posizione di leader del traffico dei pagamenti.Personalmente attendo con interesse il lancio della PostFinance Card senza contattoe di TWINT.Nel traffico digitaledei pagamenti PostFinance è leader diinnovazione e vuolecontinuare svolgereun ruolo prominentenel mobile payment.

IntervistaSviluppo aziendaleCollaboratoriSostenibilità e impegnoCorporate GovernanceRapporto sulla situazioneConto annuale7Sviluppo aziendalePostFinance è sulla buona strada e per l’anno 2014vanta un risultato d’esercizio (EBIT) di 475 milioni difranchi e un risultato aziendale (EBT) pari a 473 milionipag. 9. Acquistare e pagare con lo smartphone in tuttasemplicità: è possibile grazie a PostFinance e alla nuovaapp per i pagamenti e per lo shopping TWINT pag. 12 .Come tutte le banche, PostFinance introdurrà entro il2018 nuovi standard internazionali per il traffico deipagamenti pag. 13 . Affinché le grandi aziende possanodisporre di maggiore libertà finanziaria, PostFinance lesostiene con la gestione del capitale circolante pag. 14 .5,3 mld20,8%di franchi di capitale propriocomputabile che superano i requisitidi Basilea 3.di quota di capitale con unbuon margine di sicurezza.9,2%119 mldIl rendimento del capitale proprio(ROE) dimostra che PostFinance è unbuon investimento per la proprietaria.di franchi è l’ammontare del totaledi bilancio, ossia 3,6 miliardi in piùrispetto all’anno precedente.2,8 mld68,2%di franchi di afflusso di nuovicapitali dimostrano la fiducia deiclienti in PostFinance.Il Cost Income Ratio (rapporto tracosti / ricavi) è aumentato per via dieffetti di base e rettifiche di valore.

8PostFinance SARapporto di gestione 2014Continua il successodi PostFinancePostFinance è uno dei principali istituti finanziari del paese e, come azienda leader neltraffico dei pagamenti, assicura una circolazione efficiente dei flussi di denaro. È il partnerideale per tutti coloro che gestiscono autonomamente le proprie finanze. Pagamenti,risparmi, investimenti, previdenza e finanziamenti: PostFinance offre a clienti privati ecommerciali prodotti intuitivi a condizioni vantaggiose. Da PostFinance i grandi clientiaziendali trovano soluzioni individuali lungo l’intera catena di creazione del valore.

IntervistaSviluppo aziendaleCollaboratoriIndicatorifinanziari solidiI NUMERI CHIAVE475 mlndi franchi di risultatod’esercizio (EBIT)473 mlndi franchi di risultatoaziendale (EBT)68,2%Cost Income Ratio117 mlddi franchi di patrimonidei clientiSostenibilità e impegnoCorporate GovernanceRapporto sulla situazioneConto annuale9RISULTATORisultato solido nonostantegli interessi ai minimi storicisui mercati finanziariNonostante le difficili condizioni sui mercati finanziari, PostFinance ha conseguito un risultato d’esercizio (EBIT) di 475 milioni di franchi e un risultatoaziendale (EBT) di 473 milioni di franchi.La chiusura annuale di PostFinance (secondo ledirettive IFRS del gruppo) mostra un risultatosolido nonostante le difficili condizioni sui mercati finanziari: l’istituto finanziario ha conseguito un risultato d’esercizio (EBIT) pari a 475milioni di franchi (– 244 milioni) e un risultatoaziendale (EBT) pari a 473 milioni di franchi(– 383 milioni). L’anno precedente, caratterizzato da eventi straordinari (vendita di una partecipazione, utile contabile negli oneri previdenziali), non è stato replicato. L’evoluzionefinanziaria in linea con le aspettative riflettel’elevata fiducia dei clienti nei confronti deiprodotti e servizi offerti, della nostra politicadegli investimenti e dei rischi efficace nel lungotermine e della nostra scrupolosa gestionedei costi.A causa degli interessi ai minimi storici nei mercati finanziari, PostFinance ha registrato delleperdite di margine nell’attività basata sul differenziale degli interessi. Buono invece l’andamento nelle operazioni su commissioni e ser-vizi. Il rapporto tra costi e ricavi (Cost IncomeRatio) è aumentato a causa del venir meno degli effetti straordinari dell’anno precedente edi oneri di lungo periodo per il nuovo corebanking system.Nel 2014 PostFinance ha registrato un afflussodi nuovi capitali di 2,8 miliardi di franchi, raggiungendo così un totale di 117 miliardi di franchi di patrimoni dei clienti a lei affidati. Nelcomplesso, PostFinance ha effettuato per i suoiclienti 996 milioni di transazioni nel traffico deipagamenti (anno precedente: 965 milioni). Anche le cifre elevate di vendita e dei volumi nelleoperazioni su commissioni e servizi mostranoche i clienti utilizzano molto le nostre offertefacilmente comprensibili e di facile impiego.DOTAZIONE DI CAPITALE PROPRIOBuona capitalizzazioneStandard & Poor’sha confermatol’eccellente ratingAA di PostFinance.Kurt FuchsResponsabile FinanzeLa FINMA inserisce PostFinance nella categoriabanca due come «operatore di mercato moltosignificativo». Gli istituti finanziari di questa categoria devono avere una quota di capitalecompresa tra il 13,6 e il 14,4%. Con una quotapari al 20,8%, PostFinance supera i requisiti diBasilea 3 sia nell’ammontare che nella composizione del capitale proprio.

10PostFinance SARapporto di gestione 2014STRATEGIA E OBIETTIVIPostFinance tratta i propriclienti da pari a pariPrima scelta per i clienti che amministrano autonomamente le proprie finanze, l’istituto finanziariooffre intenzionalmente solo prodotti e servizi semplici da comprendere. PostFinance è a disposizione24 ore su 24 per rispondere alle richieste della clientela.PostFinance è uno dei principali istituti finanziari svizzeri. Offerte semplici e comprensibilifanno di PostFinance il partner ideale per tuttii clienti che gestiscono autonomamente le proprie finanze. Da leader nel traffico dei pagamenti, assicura in ogni momento la circolazioneefficiente dei flussi di denaro.PostFinance tratta sempre i propri clientida pari a pari: anche nel dialogo di persona.Semplice e interessantePagamenti, risparmi, investimenti, previdenzae finanziamenti: PostFinance propone a ognicliente soluzioni che lo agevolano nelle loroquestioni finanziarie e creano valore aggiunto,con prodotti e servizi semplici, intuitivi e trasparenti, a condizioni vantaggiose e con rapporti chiari e diretti.Sinceri, leali e collaborativiQualunque siano le esigenze dei clienti e la lorosituazione finanziaria, i collaboratori e le collaboratrici di PostFinance li trattano da pari apari, parlano la loro lingua e comprendono ciòdi cui hanno bisogno. Operano rapidamentetenendo fede alla parola data. In tal modoPostFinance è al fianco dei propri clienti e li sostiene nel raggiungimento dei loro obiettivi,nella vita privata come nel lavoro.Inoltre, agevola i clienti commerciali con un’offerta completa per il traffico dei pagamenti ela gestione della liquidità. Per i grandi clientiPostFinance sviluppa soluzioni individuali,orientate alla catena di creazione del valore. Insieme ad altre unità della Posta, PostFinancevuole sostenere sempre più le grandi aziendenell’impiego efficiente del capitale (gestionedel capitale circolante, cfr. anche a pag. 14).Al servizio dei clientiIn qualunque momento i clienti desiderino unaconsulenza, PostFinance è a loro disposizione:in 44 filiali e presso gli uffici postali, online otelefonicamente nel Contact Center 24 ore su24, 365 giorni all’anno. Ai clienti commercialipropone consulenze personalizzate presso laloro azienda, in modo da capire meglio di cosahanno bisogno.ProspettivePostFinance intende mantenere il primato neltraffico dei pagamenti e continuare a crescere.Per permettere ai clienti di svolgere operazionifinanziarie in modo ancora più semplice e inqualsiasi momento, potenzia costantemente iservizi digitali, oltre a sviluppare nuove prestazioni lungo la catena di creazione del valore deipropri clienti commerciali.PostFinance offre prodotti e servizisemplici, intuitivi e trasparenti, rendendosicosì un partner affidabile per tutti.Patrick GrafResponsabile Corporate Center

IntervistaSviluppo aziendaleCollaboratoriSostenibilità e impegnoCorporate GovernanceRapporto sulla situazioneConto annuale11OFFERTA DIGITALEE-finance:di bene in meglioChiaro, moderno e intuitivo: il nuovo e-finance semplifica ulteriormentel’online banking e permette di vedere tutte le informazioni importanti conun solo sguardo. Grazie al responsive design, la visualizzazione si adatta automaticamente alle dimensioni dello schermo del computer o del tablet.Consultare il saldo del conto, autorizzare e-fatture o effettuare trasferimenti tra conti: dall’ottobre 2014, queste e altre importanti funzionisono incluse nella homepage e-finance in unmoderno design a piastrelle. Sono i clienti ascegliere quale sia per loro il migliore ordine dadare alle piastrelle. Grazie a un’interfacciachiara, e-finance consente un uso ancora piùsemplice e intuitivo. Gli avvisi, come i messaggidella mailbox, le e-fatture in sospeso e le autorizzazioni di pagamento, sono visualizzati inun servizio notifiche centrale. Le due caselle diposta distinte per i messaggi relativi a e-financee a e-trading sono ora riunite in un’unica inbox. Il login avviene come sempre: con l’apparecchio di lettura giallo o con Mobile ID diSwisscom.COLLABORAZIONE CON SWISSQUOTEPartner fortenell’e-tradingChi vuole gestire online i propri titoli in autonomia, punta sull’e-trading di PostFinance. Concirca 60’000 clienti, PostFinance è oggi il numero due nel mercato dell’e-trading svizzero.Sta ora stringendo con il leader di mercatoSwissquote una partnership strategica a lungotermine nel trading online. In futuro le dueaziende intendono sfruttare le sinergie e sviluppare ulteriormente insieme l’e-trading, rivolgendo i loro servizi in particolare a queiclienti che gestiscono autonomamente le proprie finanze. Swissquote opererà come piattaforma di trading per PostFinance e, come tale,eseguirà gli ordini di borsa conferiti dai clientidi PostFinance in e-trading.Finanze sotto controllo con e-cockpitQu

l’online banking e permette di vedere tutto ciò che conta con un solo sguardo. 14. Migliorare la liquidità, ottimizzare il cash fl ow. . teche a terzi. Nell’attuale situazione dei mer cati è evidente che questa l